Sabato, Ottobre 11, 2014
Odio chi non crede in me e nella mia stabilità, il disordine e il caos mi fanno bene, sai? Mi cerco dentro te fino a perdermi nel tempo, ti stringo, ti voglio non riesco a smettere. Con ali di ferro non cadremo mai, ci vuole coraggio per essere noi. L’alternativa sembra non esistere, io mi distraggo un po’.
Martedì, Ottobre 7, 2014
Il problema è raggiungere la serenità senza il rigor mortis.
Domenica, Ottobre 5, 2014
Noi esseri umani siamo soltanto una parte di qualcosa di molto più grande. Possiamo schiacciare, camminando, un coleottero o, provocando un banale spostamento d’aria, sospingere una mosca dove probabilmente non sarebbe mai andata. Se pensiamo a questo stesso esempio, però mettendoci al posto degli insetti e attribuendo all’immenso universo un ruolo giocato da noi, comprendiamo perfettamente di essere soggetti ogni giorno all’influsso di forze che non possiamo controllare, non più di quanto il povero coleottero sia in grado di frenare in nostro gigantesco piede che scende su di lui. Che cosa possiamo fare? Dobbiamo utilizzare qualsiasi metodo a nostra disposizione per comprendere i movimenti dell’universo che ci circonda e regolare le nostre azioni in modo da non trovarci a lottare contro le correnti, ma muoverci in sintonia con esse.
Venerdì, Ottobre 3, 2014
Tu sei la sola al mondo che sa, del mio cuore, ciò che è stato sempre prima d’ogni altro amore… sei insostituibile.
Ricomincia, nella notte, questa storia troppe volte e ha tirato botte, colpi bassi mentre vivo che mi tolgono il respiro e mi danno la certezza che continuerò a mancarti, senza raddrizzare il tiro. Quante volte avremmo detto con certezza che tra noi era finita, da domani ricomincia un’altra vita, tranne poi tornare dove siamo stati sempre certi di trovarci, siamo sempre stati forti: a lasciarci negli abbracci, a proteggerci dagli altri, a lasciarci i nostri spazi. A toccare con un dito questo cielo che spalanca l’infinito, quante volte ci ha deluso e quante volte ci ha sorriso.
Sabato, Settembre 20, 2014
È una dichiarazione di indipendenza e, allo stesso tempo, di un profondo sentimento di affetto. Dichiarato il tutto, lascia all’altro la scelta, il passo da compiere per ricostruire.
Per quello che può valere: tu sei la mia spina dorsale quando il mio corpo duole per la stanchezza. Tu sei la mia città natale quando il mio cuore è pieno di solitudine;
Proprio quando l’oscurità avanzava, ti ho sentita chiudere la porta e, nel momento in cui le luci si spensero,
sapevo chi avrei sognato…Tu, il mio tutto. Tu, la verità che da delle conseguenze. Hai dato qualcosa a me. Tu, il mio tutto.
Venerdì, Agosto 8, 2014
Tempi moderni, mi fanno perdere la percezione di quel che vivo, dell’aria che respiro. Voglio trovarla con te, voglio scoprilo con te.
Non ho mai saputo decidere cosa fosse meglio per me, ma ora è solo tempo da vivere, poi saremo polvere. Mi basta per resistere al mio silenzio.
C’era un deserto, un silenzio d’atmosfera lunare, persa nel tempo seduta lì a sognare.
Sono così lontana da lì. Siamo così lontani da lì.
Ora, è solo tempo da vivere poi saremo polvere. Ci basta per resistere contro il vento, non ho mai saputo decidere cosa fosse meglio per te.
Venerdì, Giugno 27, 2014
Non sono venuta a dirti addio baciandoti sulla mano. Spero di poterti rivedere, ma so che non potrò. Mi sono svegliata, tu non ti sveglierai…
Continuo a chiedermi perché non posso accettarlo.
Non era una finzione, sei andato da qualche parte dove non posso riportarti indietro.
E voglio crederti, quando dici che sarà tutto ok,
Sì, provo a crederti, ma non oggi. Domani può cambiare.
Sabato, Giugno 7, 2014
Devi smetterla di pensare a quello che succederà, devi pesare a cosa hai di fronte… mmh vediamo: un bicchiere mezzo vuoto, la cenere della mezza sigaretta sul tavolo (questa la pagherò), le cuffie che oscillano, nel bordo del tavolo, giù per la plastica che lo ricopre e sembra stiano producendo un ritmo, non me ne curo molto. Schermo nero… e poi niente. I “niente” non si annullano, diventano pesanti, diventano rumori… ma vorrei comunque una presenza, su questa sedia che fa un male cane al culo dopo una certa mobilità. Vorrei LA presenza, con me. Tu rimetti a posto i pezzi.